Visualizza
 Documenti collegati
 Consultazione
 Open community
 Articolato
Accesso rapido:  

DELIBERAZIONE del 28/12/2011
Determinazione della misura della contribuzione dovuta, ai sensi dell'art. 40 della legge n. 724/1994, per l'esercizio 2012. (Deliberazione n. 18051). (12A01429)

Pubblicato su: G.U. n. 34 del 10/02/2012
Fonte: Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato

LA COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETA' E LA BORSA

Vista la legge 7 giugno 1974, n. 216 e le successive modificazioni
ed integrazioni;
Visto l'art. 40 della legge 23 dicembre 1994, n. 724 e le
successive modificazioni ed integrazioni, in cui e' previsto, tra
l'altro, che la Consob, ai fini del proprio finanziamento, determina
in ciascun anno l'ammontare delle contribuzioni ad essa dovute dai
soggetti sottoposti alla sua vigilanza e che nella determinazione
delle predette contribuzioni adotta criteri di parametrazione che
tengono conto dei costi derivanti dal complesso delle attivita'
svolte relativamente a ciascuna categoria di soggetti;
Viste le proprie delibere n. 17.600 e n. 17.601 del 28 dicembre
2010 recanti la determinazione, ai sensi del citato art. 40,
rispettivamente dei soggetti tenuti a contribuzione per l'esercizio
2011 e della misura della contribuzione per il medesimo esercizio;
Vista la propria delibera n. 18.050 del 28 dicembre 2011 con la
quale sono stati individuati, per l'esercizio 2012, i soggetti tenuti
alla contribuzione;
Attesa la necessita' di stabilire, per l'esercizio 2012, la misura
della contribuzione dovuta dai soggetti individuati nella suddetta
delibera n. 18.050 del 28 dicembre 2011;

Delibera:

Art. 1


Misura della contribuzione

1.Il contributo dovuto, per l'esercizio 2012, dai soggetti indicati
nell'art. 1 della delibera n. 18.050 del 28 dicembre 2011 e'
determinato nelle seguenti misure:


Parte di provvedimento in formato grafico


2. Il contributo dovuto dai soggetti di cui all'art. 1, lettera a),
b), c) e d) della delibera n. 18.050 del 28 dicembre 2011 e'
computato con riferimento al numero dei servizi/attivita' di
investimento autorizzati alla data del 2 gennaio 2012 (esclusa
l'attivita' di gestione di sistemi multilaterali di negoziazione di
cui all'art. 1, comma 5, lettera g), del d.lgs. n. 58/1998) nelle
seguenti misure:
a) un servizio/attivita' di investimento: € 2.208;
b) due servizi/attivita' di investimento: € 9.568;
c) tre servizi/attivita' di investimento: € 17.664;
d) quattro servizi/attivita' di investimento: € 23.552;
e) cinque servizi/attivita' di investimento: € 29.440;
f) sei servizi/attivita' di investimento: € 38.640.
3. Il contributo dovuto dai soggetti di cui all'art. 1, lettera o),
della delibera n. 18.050 del 28 dicembre 2011 e' computato con
riferimento agli strumenti finanziari quotati o ammessi alle
negoziazioni alla data del 2 gennaio 2012.
Per gli emittenti italiani di cui ai punti o1) ed o2):
a) l'importo del contributo per le azioni e' pari ad una quota
fissa di € 10.320 fino a € 10.000.000 di capitale sociale, piu' €
96,9 ogni € 500.000 oltre € 10.000.000 e fino a € 100.000.000 di
capitale sociale, piu' € 77,9 ogni € 500.000 oltre € 100.000.000 di
capitale sociale. Per le frazioni di € 500.000 la relativa tariffa
viene applicata proporzionalmente;
b) l'importo del contributo per le obbligazioni e' pari ad una
quota fissa di € 10.320 per ogni emissione quotata. Sono esentate le
obbligazioni gia' quotate di diritto alla data del 2 gennaio 1998;
c) l'importo del contributo per i warrant e' pari ad una quota
fissa di € 10.320 per ogni warrant quotato;
d) l'importo del contributo per i covered warrant, per i
certificates, per gli exchange traded commodities e per gli exchange
traded notes e' pari ad una quota fissa di € 1.440 per ogni strumento
quotato;
e) l'importo del contributo per le quote e le azioni di fondi
comuni di investimento, di exchange traded funds e di sicav emesse da
societa' italiane e' pari ad una quota fissa di € 2.820 per ciascun
fondo o per ciascun comparto quotato;
f) la misura massima della contribuzione per ciascun emittente e'
pari ad € 411.555.
Per gli emittenti esteri di cui al punto o1):
a) l'importo del contributo per le azioni, le obbligazioni ed i
warrant emessi e' pari ad una quota fissa di € 10.320;
b) l'importo del contributo per i covered warrant, per i
certificates, per gli exchange traded commodities e per gli exchange
traded notes e' pari ad una quota fissa di € 1.440 per ogni strumento
quotato;
c) l'importo del contributo per le quote e le azioni di fondi
comuni di investimento, di exchange traded funds e di sicav e' pari
ad una quota fissa di € 2.820 per ciascun fondo o per ciascun
comparto quotato;
d) la misura massima della contribuzione per ciascun emittente e'
pari ad € 411.555.
4. Il contributo dovuto dai soggetti di cui all'art. 1, lettera q),
punti q1) e q2) della delibera n. 18.050 del 28 dicembre 2011 e'
determinato nelle seguenti misure:
4/1 per le sollecitazioni all'investimento e per le offerte
pubbliche di acquisto e/o di scambio per le quali, a seguito
dell'approvazione del prospetto o del documento di offerta, il
soggetto proponente non abbia concluso la sollecitazione ovvero
l'offerta pubblica, e' pari ad una quota fissa di € 2.375;
4/2 per le sollecitazioni all'investimento aventi ad oggetto
prodotti finanziari che conferiscono, dietro pagamento di un premio,
il diritto di percepire la differenza monetaria tra un valore
prestabilito ed il valore di mercato dell'attivita' sottostante, e'
pari a € 235 per ogni sollecitazione conclusa (collocamento di una
singola tranche per tale intendendosi una singola serie di titoli,
distintamente individuati, contraddistinta da un differente valore
teorico prestabilito);
4/3 per le sollecitazioni all'investimento aventi ad oggetto
buoni di acquisto o di sottoscrizione di prodotti finanziari e' pari,
per ciascuna sollecitazione, ad una quota fissa di € 2.375
maggiorata, nel caso di sollecitazione avente controvalore superiore
a € 500.000, dello 0,475% del controvalore eccedente tale importo. La
misura massima della contribuzione e' pari a € 2.500.000 per ciascuna
sollecitazione all'investimento;
4/4 per le sollecitazioni all'investimento aventi ad oggetto
strumenti finanziari (diversi dai titoli di capitale) emessi in modo
continuo o ripetuto da banche, di cui all'art. 34-ter, comma 4, del
regolamento Consob n. 11.971/1999, e' pari ad una quota fissa di
€ 365 per ciascuna sollecitazione conclusa;
4/5 per le altre sollecitazioni all'investimento, per le altre
offerte pubbliche di acquisto e/o per le offerte pubbliche di scambio
e' pari, per ciascuna sollecitazione ovvero per ciascuna offerta
pubblica conclusa, ad una quota fissa di € 2.375 maggiorata, nel caso
di offerta avente controvalore superiore a € 13.000.000, dello
0,01828% del controvalore eccedente tale importo. La misura massima
della contribuzione e' pari a € 2.500.000 per ciascuna sollecitazione
all'investimento ovvero per ciascuna offerta di acquisto e/o scambio.
5. Ai fini del computo del contributo riferito alle offerte di cui
al comma 4, punti 4/3 e 4/5, per controvalore dell'offerta si intende
il controvalore dell'offerta al pubblico in Italia. Tale controvalore
e' determinato con riferimento al prezzo definitivo d'offerta del
prodotto finanziario indicato nel prospetto o documento informativo
ed al quantitativo effettivamente collocato o acquistato. Per le
offerte pubbliche di scambio il controvalore dell'operazione e'
costituito dal valore dei titoli effettivamente acquisiti. Per le
sollecitazioni all'investimento aventi ad oggetto cambiali
finanziarie o altri prodotti finanziari emessi sulla base di
programmi di emissione annuali, il contributo e' computato sul
controvalore effettivamente collocato e comunque nei limiti del
controvalore complessivo previsto dal programma di emissione e
indicato nel prospetto o documento informativo.
6. Il contributo dovuto dai soggetti di cui all'art. 1, lettera r),
della delibera 18.050 del 28 dicembre 2011 e' determinato nella
misura del 9,20% dell'ammontare dei ricavi da corrispettivi per
incarichi di revisione legale sul bilancio di esercizio e sul
bilancio consolidato, conferiti ai sensi delle disposizioni contenute
nella Parte IV, Titolo III, Capo II, Sezione VI, del d.lgs. n.
58/1998
e degli articoli 16, comma 1, e 43, comma 2, del d.lgs. n.
39/2010. Il contributo si applica ai ricavi da corrispettivi
contabilizzati nel bilancio della societa' di revisione chiuso nel
2011.
7. Il contributo dovuto dai soggetti di cui all'art. 1, lettera s),
della delibera n. 18.050 del 28 dicembre 2011 e' computato con
riferimento agli strumenti finanziari complessivamente trattati nelle
seguenti misure:
a) fino a n. 100 strumenti finanziari trattati: € 21.120;
b) da n. 100 a n. 299 strumenti finanziari trattati: € 44.000;
c) da n. 300 a n. 799 strumenti finanziari trattati: € 66.000;
d) oltre n. 800 strumenti finanziari trattati: € 88.000.
8. Il contributo dovuto dai soggetti di cui all'art. 1, lettera t),
della delibera n. 18.050 del 28 dicembre 2011 e' computato con
riferimento agli strumenti finanziari complessivamente trattati nelle
seguenti misure:
a) fino a n. 100 strumenti finanziari trattati: € 7.425;
b) da n. 100 a n. 199 strumenti finanziari trattati: € 12.375;
c) da n. 200 a n. 399 strumenti finanziari trattati: € 17.325;
d) oltre n. 400 strumenti finanziari trattati: € 22.275.
9. Il contributo dovuto dai soggetti di cui all'art. 1, lettera u),
della delibera n. 18.050 del 28 dicembre 2011 e' pari ad € 22.000,
maggiorato ad € 80.585, per le Agenzie di rating di cui all'art. 3,
comma 1, lettera m), del Regolamento (CE) 16 settembre 2009, n. 1060.


 Versione PDF


(c) 2002-2005 www.infoleges.it -  Note legali e Condizioni d'uso