Visualizza
 Documenti collegati
 Consultazione
 Open community
 Articolato
Accesso rapido:  

DELIBERAZIONE del 25/01/2012
Modifiche alla delibera del 27 luglio 2010, n. 17439, recante la definizione dei termini e delle modalita' per l'iscrizione dei revisori e degli enti di revisione contabile di Paesi terzi ai sensi dell'articolo 43, comma 9, del decreto legislativo 27 gennaio 2010, n. 39.(Deliberazione n. 18081). (12A01193)

Pubblicato su: G.U. n. 31 del 07/02/2012
Fonte: Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato

LA COMMISSIONE NAZIONALE
PER LE SOCIETA' E LA BORSA

Vista la legge 7 giugno 1974, n. 216, e successive modificazioni;
Visto il decreto legislativo 24 febbraio 1998, n. 58 e successive
modificazioni e, in particolare, l'art. 161 recante disposizioni in
materia di Albo speciale delle societa' di revisione tenuto dalla
Consob;
Vista la direttiva 2006/43/CE del 17 maggio 2006 relativa alle
revisioni legali dei conti annuali e dei conti consolidati e, in
particolare, l'art. 45 recante disposizioni in materia di iscrizione
all'albo dei revisori e degli enti di revisione contabile di Paesi
terzi;
Visto il decreto legislativo 27 gennaio 2010, n. 39, recante
disposizioni di «Attuazione della direttiva 2006/43/CE, relativa alle
revisioni legali dei conti annuali e dei conti consolidati, che
modifica le direttive 78/660/CEE e 83/349/CEE, e che abroga la
direttiva 84/253/CEE» e, in particolare, l'art. 2, comma 1, che
istituisce presso il Ministero dell'economia e delle finanze il
registro nel quale sono iscritti i revisori legali e le societa' di
revisione legale;
Visto l'art. 43, comma 1, lettera i), del suddetto decreto, in base
al quale l'art. 161 del decreto legislativo 24 febbraio 1998, n. 58,
e' abrogato, ma continua ad essere applicato fino alla data di
entrata in vigore dei provvedimenti di attuazione del medesimo
decreto;
Visto, inoltre, l'art. 43, comma 9, del citato decreto legislativo,
in base al quale, fino alla data di entrata in vigore dei
provvedimenti di attuazione indicati al comma 1 del medesimo
articolo, «la Consob provvede all'iscrizione dei revisori e degli
enti di revisione contabile di Paesi terzi di cui all'art. 34, comma
1, in un'apposita sezione dell'Albo speciale delle societa' di
revisione previsto dall'art. 161 del decreto legislativo 24 febbraio
1998, n. 58
, secondo i termini e le modalita' dalla stessa
stabiliti»;
Visto, infine, l'art. 34, comma 6, del piu' volte richiamato
decreto, in base al quale «le relazioni di revisione riguardanti i
conti annuali o i conti consolidati delle entita' di cui al comma 1
redatte da revisori o da enti di revisione contabile di Paesi terzi
non iscritti nel Registro dei revisori legali sono prive di effetti
giuridici»;
Considerato che, fino all'istituzione di tale registro, il
menzionato art. 34, comma 6, e' applicabile alle relazioni di
revisione redatte da revisori ed enti di revisione di Paesi terzi non
iscritti nell'apposita sezione dell'Albo speciale tenuto dalla
CONSOB;
Vista la decisione della Commissione europea del 29 luglio 2008,
che aveva consentito ai revisori e agli enti di revisione contabile
di alcuni Paesi terzi, da essa specificamente individuati, di
continuare le proprie attivita' di revisione, per un periodo
transitorio, in deroga al citato art. 45 della direttiva, a
condizione che fornissero le informazioni prescritte;
Vista la delibera del 27 luglio 2010, n. 17439, con cui, tra
l'altro, e' stata istituita nell'Albo speciale delle societa' di
revisione previsto dall'art. 161 del Testo Unico, un'apposita sezione
A per l'iscrizione dei revisori e degli enti di revisione contabile
di Paesi terzi di cui all'art. 34, comma 1, del decreto legislativo
27 gennaio 2010, n. 39, iscritti, per un periodo transitorio, in
conformita' alla citata decisione della Commissione europea del 29
luglio 2008;
Considerato che il periodo transitorio identificato nella citata
decisione della Commissione europea del 29 luglio 2008 e' giunto a
scadenza con le relazioni di revisione dei conti annuali o
consolidati degli esercizi finanziari chiusi al 30 giugno 2011;
Vista la successiva decisione della Commissione europea del 19
gennaio 2011, che consente ai revisori e agli enti di revisione
contabile di alcuni Paesi terzi, da essa specificamente individuati
e, allo stato, indicati nell'allegato 1 alla presente delibera, di
continuare, per gli esercizi finanziari chiusi fino al 30 luglio
2013, le loro attivita' di revisione in deroga al citato art. 45
della direttiva, a condizione che forniscano le informazioni
prescritte;
Visto che la sopracitata decisione della Commissione europea del 19
gennaio 2011 ha, altresi', dichiarato l'equivalenza dei sistemi di
controllo pubblico, di controllo della qualita' e di indagini e
sanzioni dei revisori e degli enti di revisione contabile di alcuni
Paesi terzi, da essa specificamente individuati - e, allo stato,
indicati nell'allegato 2 alla presente delibera - con la
precisazione, per gli Stati Uniti d'America, che tale equivalenza
cessa di applicarsi il 31 luglio 2013;
Considerato di assoggettare i revisori e gli enti di revisione
contabile dei Paesi terzi dichiarati equivalenti in base alla
suddetta decisione del 19 gennaio 2011, indicati nell'allegato 2,
alle medesime disposizioni vigenti in materia di iscrizione per i
revisori e gli enti di revisione contabile dei Paesi terzi indicati
nell'allegato 1 alla presente delibera;
Considerata la necessita' di adeguare le disposizioni contenute
nella citata delibera del 27 luglio 2010, n. 17439, alla richiamata
decisione della Commissione europea del 19 gennaio 2011;
Considerato inoltre che, pur non essendo possibile prevedere con
esattezza il periodo di vigenza delle disposizioni che si intendono
adottare con la presente delibera, e' certo che queste ultime avranno
una efficacia temporanea, essendo destinate ad essere sostituite
dalle disposizioni regolamentari previste dall'art. 34, comma 7, del
piu' volte menzionato decreto non appena verra' istituito il
registro;
Ritenuto quindi di poter prescindere dalla consultazione degli
organismi rappresentativi dei soggetti vigilati, dei prestatori di
servizi finanziari e dei consumatori;

Delibera:

Art. 1

Modifiche alla delibera del 27 luglio 2010, n. 17439

1. Nella parte I sono apportate le seguenti modifiche:
a) all'art. 2, comma 1, lettera h), le parole: «alla decisione
della Commissione europea del 29 luglio 2008" sono sostituite dalle
seguenti: «all'art. 2 della decisione della Commissione europea del
19 gennaio 2011»;
b) all'art. 3, comma 2, le parole: «alla decisione della
Commissione europea del 29 luglio 2008» sono sostituite dalle
seguenti: «all'art. 2 della decisione della Commissione europea del
19 gennaio 2011»;
c) all'art. 3, comma 3, le parole «alla decisione della
Commissione europea del 29 luglio 2008» sono sostituite dalle
seguenti: «all'art. 2 della decisione della Commissione europea del
19 gennaio 2011».
2. Nella parte II sono apportate le seguenti modifiche:
a) nella rubrica della parte II, le parole: «alla decisione
della Commissione europea del 29 luglio 2008» sono sostituite dalle
seguenti: «all'art. 2 della decisione della Commissione europea del
19 gennaio 2011»;
b) il comma 1 dell'art. 5 e' sostituito dal seguente:
«1. Le disposizioni contenute nella presente parte si applicano
ai revisori e agli enti di revisione di Paesi terzi individuati negli
allegati 1 e 2 alla presente delibera che rilasciano relazioni di
revisione riguardanti i conti annuali o consolidati delle entita' di
cui all'art. 34, comma 1, del decreto legislativo 27 gennaio 2010, n.
39.»;
c) all'art. 9, comma 1, le parole «nell'allegato 1» sono
sostituite dalle seguenti: «negli allegati 1 e 2».
3. L'allegato 1 e' sostituito dall'allegato 1 alla presente
delibera.
4. Nel modulo A di cui all'art. 6, comma 1, le parole: «alla
decisione della Commissione europea del 29 luglio 2008» sono
sostituite dalle seguenti: «all'art. 2 della decisione della
Commissione europea del 19 gennaio 2011».
5. E' aggiunto l'allegato 2 alla presente delibera.


 Versione PDF


(c) 2002-2005 www.infoleges.it -  Note legali e Condizioni d'uso